Benvenuti

Ricostruzioni 3D interattive di strutture e contesti storici archeologici e manufatti.
Le ricostruzioni tridimensionali di strutture, contesti storici ,archeologici e manufatti rappresentano l’ultima frontiera in termini di conoscenza scientifica, di didattica, di divulgazione e di valorizzazione del patrimonio culturale.
Attraverso l´uso della realtà virtuale, realtà aumentata e navigazione interattiva è possibile indagare ed interagire direttamente utilizzando le diverse metodologie ed i visitatori e studiosi possono interagire immersi in un mondo alternativo nel quale replicare l´esperienza di vita di un uomo antico a contatto con la sua quotidianità. Ricreare mondi o semplicemente visionare un reperto , analizzarlo nei dettagli per aumentare l´esperienza visiva e sensoriale del visitatore virtuale, accrescendo enormemente il valore culturale del bene studiato e ⁄ o fruito.
Con essa, è possibile inaugurare mostre virtuali, fornire alternativi percorsi di conoscenza, offrire al visitatore l´opportunità di approfondire la propria esperienza, arricchire le proprie risorse digitali di oggetti interattivi tridimensionali esplorabili in remoto, collocabili nel loro contesto antico, fornendo loro rinnovata vita.
V3DAR nasce da un´idea, mettendo insieme eterogenee competenze e trovando un terreno comune nello strumento multimediale consentendo la realizzazione di mondi virtuali creati su basi scientifiche. Mossi da un profondo interesse per l´arte e per la storia, convinti che le applicazioni multimediali possano interessare,coinvolgere e dunque divulgare in maniera efficace e sempre stimolante, abbiamo realizzato un´ampia produzione di ricostruzioni tridimensionali. Il dato storico si fonde con una forte carica emozionale cosicché il racconto diviene coinvolgente e spettacolare. La fase di studio preliminare è la base sulla quale poggia tutto il lavoro successivo. Il primo passo nell´affrontare la ricostruzione di un contesto  consiste nella raccolta della documentazione storica di rilievi architettonici e fotografici dello stato attuale.
La lettura e l´interpretazione interdisciplinare dei dati, realizzata permettono di formulare una o più ipotesi di ricostruzione che deve
anche rispettare parametri di somiglianza necessari per accettare, la realtà virtuale come plausibile. Solo grazie al minuzioso lavoro è possibile percepire la ricostruzione come parte dell´ambiente storico culturale al quale l´opera ricostruita apparteneva. Il passaggio dalla prospettiva statica alla prospettiva dinamica, alla navigazione interattiva rivela un ulteriore segreto. Ciò che è cambiato è il metodo di fruizione, oggi totalmente rivoluzionario grazie alle nuove tecniche di realtà virtuale , realtà aumentata e interazione 3D in real time che rendono disponibili e godibili parametri spazio-temporali dinamici. Il risultato di tanto lavoro è un prodotto di divulgazione scientifica, culturale, storica ed educazionale che consente di fare un´esperienza unica arricchita da contenuti storico-culturali. Un metodo nuovo, vivace, accattivante di insegnare l´arte e la storia. Come nel caso della rocca dei papi , ricostruzione storica del 1500 ben descritta dal Museo a Montefiascone.
Carlo Cori | 2015